Post Tagged with: "terrorisme"

La parabola del pastore e il terrorismo

La parabola del pastore e il terrorismo

Santiago Alba Rico Un anno e mezzo fa scrivevo a proposito di Mabrouk Soltani, un giovane pastore tunisino del villaggio di Dauar Slatniya, ai piedi del monte Mghilla, tra Kasserine e Sidi Bouzid, la doppia culla della rivoluzione del 2011 che rovesciò Ben Ali. Il 14 novembre del 2015 Mabrouk fu assassinato dal gruppo terrorista Okba Ibn Neefa (affiliato all’AQMI) […]

by · 10 giugno 2017 · Analyses, Italien, Politique
La parábola del Pastor y el Terrorismo

La parábola del Pastor y el Terrorismo

Santiago Alba Rico Hace un año y medio escribía acerca de Mabrouk Soultani, un joven pastor tunecino de la aldea de Dauar Slatniya, a los pies del monte Mghilla, entre Kasserine y Sidi Bouzid, la doble cuna de la revolución de 2011 que derrocó a Ben Ali.  El 14 de noviembre de 2015 Mabrouk fue asesinado por el grupo terrorista […]

by · 8 giugno 2017 · Analyses, Espagnole, Politique
Túnez, un país cada vez más “europeo”

Túnez, un país cada vez más “europeo”

Santiago Alba Rico El pasado 15 de febrero el primer ministro tunecino, Youssef Chahed, visitó Alemania y mantuvo una tensa reunión con su homóloga Angela Merkel. ¿La fuente del litigio? La escasa diligencia de las autoridades tunecinas en repatriar a 1500 inmigrantes clandestinos que el atentado de Berlín de diciembre de 2016 -cuyo autor, Anis Amri, procedía de Túnez- ha […]

by · 26 febbraio 2017 · Analyses, Espagnole, Politique
Aleppo, Ankara, Berlino: geopolitica del disastro

Aleppo, Ankara, Berlino: geopolitica del disastro

Santiago Alba Rico Bisognerà analizzare le conseguenze e mettere in guardia dai pericoli, ma nessuno può essere sorpreso da ciò che è successo. Era una questione di tempo. Sia l’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara che l’attentato di Berlino si iscrivono in una logica inarrestabile, prodotto di un’accumulazione storica precedente e che ha avuto inizio cinque anni fa. Quello che la […]

Stato d’emergenza: né diritto, né legge

Stato d’emergenza: né diritto, né legge

A cura della Redazione di Inkyfada Nuovamente instaurato lo stato d’emergenza, si moltiplicano gli attacchi ai diritti in nome della lotta al terrorismo. Ancora una volta lo stato di emergenza e il coprifuoco hanno imposto a Tunisi un clima ansiogeno. Rinforzati i posti di blocco sulle vie, alcuni edifici pubblici di nuovo imprigionati dietro barriere, si moltiplicano i controlli nei […]

by · 12 dicembre 2015 · Documents, Italien, Politique
Prove tecniche di dittatura?

Prove tecniche di dittatura?

Patrizia Mancini Nella Grand Tunis è ancora in vigore il coprifuoco, dalla mezzanotte alle cinque del mattino, senza alcuna previsione per la sua sospensione. “L’état d’urgence” dovrebbe scadere il 24 dicembre, sempre che il governo non decida di prolungarlo ulteriormente. Dal giorno dell’attentato il Ministero degli Interni fa bella mostra di solerzia ed efficacia, come mai era successo in precedenza. […]

by · 9 dicembre 2015 · Analyses, Italien, Politique
Tunisi di nuovo : terrore e liberticidio

Tunisi di nuovo : terrore e liberticidio

Santiago Alba Rico Il terrorismo jihadista ha colpito Tunisi nuovamente. Lo scorso martedì 23 novembre, una bomba ha fatto esplodere un autobus della guardia presidenziale nel viale Mohamed V, una delle arterie principali della capitale, a neanche 300 metri dall’edificio dell’ onnipotente ministero degli interni. Il bilancio è di 12 vittime e 20 feriti, tra cui quattro civili.  Un tredicesimo corpo senza […]

by · 1 dicembre 2015 · Analyses, Italien, Politique
L’intervista a Nessim Soltani, una lezione alle élites tunisine

L’intervista a Nessim Soltani, una lezione alle élites tunisine

Il contesto (estratto da un commento del blogger  Azyz Amami): “ Mabrouk Soltani era un giovane tunisino di 16 anni, abitante del villaggio di Slatniya ai confini di Jelma, a Sidi Bouzid. Jelma è uno dei centri nevralgici “nazionali” dell’economia basata sul contrabbando”. Lui, come lavoro, faceva il pastore. E’ stato sgozzato venerdì 13 novembre 2015 da alcuni terroristi dell’Isis. […]

by · 18 novembre 2015 · Documents, Italien, Politique
Tunisie : il faut se préparer au pire

Tunisie : il faut se préparer au pire

Santiago Alba Rico Quiconque observe bien les images du jeune Seifeddine Errezgui se baladant sur les plages du port de El Kantaoui dans la ville de Sousse le 26 juin dernier, comprendra rapidement que le phénomène du jihadisme terroriste est un peu plus que la simple manifestation violente du radicalisme religieux. Rezgui, entraîné en Libye, avec un passé d’animateur dans […]

by · 29 luglio 2015 · Analyses, Français, Politique
Tunisia: conviene prepararsi al peggio

Tunisia: conviene prepararsi al peggio

Santiago Alba Rico Chi osservi le immagini del giovane Seifeddin Rezgui sulla spiaggia di Port Kantaoui, nella città di Sousse, lo scorso 26 giugno, capirà subito che il fenomeno del jihadismo terrorista è qualcosa di più di una violenta manifestazione di radicalismo religioso. Rezgui, addestrato in Libia, precedentemente animatore in alcuni hotel turistici, studente universitario appassionato di hip-hop, sembra un […]

by · 27 luglio 2015 · Analyses, Italien, Politique